I primi biscotti Etoile

Per un’appassionata di pasticceria come me, c’è solo una scuola, in Italia, che rappresenta un vero punto di riferimento, un desiderio, un sogno: l’Istituto Etoile.
Frequentare un corso Etoile è un sogno, appunto, e resterà probabilmente tale per sempre.
In ogni caso, giusto un anno fa, passeggiando rapita tra gli stand del Sigep, i miei occhi hanno incrociato una distesa di libri.. erano le ricette dell’Istituto Etoile destinate agli operatori del settore.
Ora. Se c’è una cosa alla quale io non posso resistere è un libro di cucina che contenga anche una sola ricetta che desti il mio interesse.
Vi lascio immaginare come mi sono sentita davanti a quel ben di dio di carta. Una bambina col naso schiacciato davanti alla vetrina del negozio di caramelle.
Li ho presi in mano, li ho sfogliati, guardati, ripresi e riposati. Ho pensato che la mia scelta sarebbe ricaduta senza ombra di dubbio sulla piccola pasticceria da forno. Poi l’ho lasciato sullo scaffale. Perché il costo mi sembrava decisamente troppo alto. Avevo già fatto acquisti e non me la sono sentita di togliermi anche quel capriccio.
Così me ne sono andata senza.
Beh, ci credete che il pensiero di quel libro mi ha perseguitata un anno intero?
Al punto che, quest’anno, sono tornata alla fiera, decisa e imperterrita. E me lo sono regalato!
Ora è mio! Campeggia sovrano nella mia cucina e diventerà il mio oracolo.
Questi sono i primi biscotti che ho tratto dal libro.



Frollini al caramello Etoile

100 grammi di zucchero semolato
25 grammi di panna liquida
200 grammi di burro
25 grammi di zucchero di canna
250 grammi di farina 00
Semi di una bacca di vaniglia.

Un uovo sbattuto e zucchero di canna per la finitura.


Caramellare a secco lo zucchero semolato.
Aggiungere, a filo, prima la panna liquida, poi il burro tagliato a pezzetti, sempre continuando a mescolare bene.
Lasciar raffreddare, poi aggiungere lo zucchero di canna, i semi di vaniglia e la farina, mescolando giusto il tempo per amalgamare bene gli ingredienti.
Mettere il composto in frigorifero per 2 o 3 ore, poi riprenderlo e formare dei rotolini di 3 cm. circa di diametro.
Rimetterli in frigorifero per un’oretta. Trascorso questo tempo, spennellare leggermente i rotolini con l’uovo sbattuto e rotolarli nello zucchero di canna.
Tagliare delle fette di 7-8 mm. di spessore e disporle sulla teglia ricoperta di carta da forno.
Cuocere a 180 gradi per circa 15 minuti.

8 Commenti:

mikki ha detto...

belli!!!!!!!!!!!!!!!! me ne mangerei qualcuno adesso .....

Marco ha detto...

pensa sempre come se le cose fossero già realizzate e mai dire "rimarrà un sogno" altrimenti come farai a frequentare l'istituto Etoile?? ciaooo
Marco MCP

Marina ha detto...

Hai ragione Marco! Adesso penserò a QUANDO lo farò!

micol ha detto...

trovati! adesso mi segno la ricetta! solo una domanda, la panna liquida la scaldi o la aggiungi da fredda?
grazie!!!

Camilla ha detto...

Ciao Marina! Ho appena messo l'impasto in frigorifero..non vedo l'ora di assaggiarli!! Cucina e salotto profumano ancora di caramello :P
Grazie della ricetta cara! Una giornata brumosa si è inaspettatamente condita di dolce..

Marina ha detto...

Grazie a te Camilla, sarò lieta se mi farai sapere del risultato :)

Camilla ha detto...

Belli, friabili e caramellosi! E ordinati dentro una scatolina di latta infiocchettata sono stati un'idea regalo apprezzatissima :)
La prossima volta mi tocca aumentare le dosi.
Un abbraccio!

LCc 03 ha detto...

nike roshe run
nike zoom
michael kors purses
nike huaraches
nike huarache
kobe 9
michael kors outlet
kobe basketball shoes
skechers outlet
michael kors factory outlet

Posta un commento

Condividi