Le crostatine di San Valentino

Istruzioni per rendere speciale la colazione di San Valentino:
aprire una finestra a forma di cuore sulle crostatine, aggiungere caffé bollente e molti baci.


Le crostatine di San Valentino

125 grammi di farina
75 grammi di burro
50 grammi di zucchero a velo
1 tuorlo d'uovo
Semi di bacca di vaniglia

Marmellata a piacere (oppure crema di nocciole)

In una ciorola si impastano bene i tuorli con lo zucchero, si aggiungono il burro morbido e i semi di vaniglia e si forma una pastella liscia. Si incorpora poi, tutta in un colpo, la farina, si trasferisce l'impasto sul tagliere e si lavora lo stretto tempo necessario per formare un impasto morbido ma compatto e si lascia riposare in frigorifero per almeno mezz'ora.
Trascorso questo tempo, si lavora appena un po' l'impasto per ridargli elasticità e si stende sottile (3 millimetri).

Si imburra il fondo di due stampini da tartelletta, si taglia la frolla con un coppapasta rotondo grande quanto basta per rivestire il fondo e i lati, si riempie di marmellata (o di crema di nocciole), si tagliano altri due dischi della dimensione esatta per chiudere gli stampini e con un coppapasta a forma di cuore si apre una finestra al centro.
Si chiude poi la crostatina e con una forchetta si praticano dei buchetti leggeri su tutto il bordo.

Si inforna a 180° per 23-25 minuti.

E le finestrelle? Si cuociono 12 minuti a 175 gradi.


Dopo aver fatto le due crostatine, vi sarà rimasta abbastanza frolla per riempire una teglia di cuori!

Le Frappe di Canevale

Frappe, sfrappole, crostoli, galani.. quanti modi ci sono per chiamare questo dolce della tradizione carnevalesca?
Questa è la versione di casa mia, niente zucchero nell'impasto ma tanto, tantissimo spolverato sopra!
Una raccomandazione perchè risultino croccantissime: che la sfoglia sia sottilissima, trasparente come un velo.
Chi non ha dimestichezza col mattarello, può farsi aiutare dalla Nonna Papera tirando la pasta fino allo spessore più sottile.
E infine, un suggerimento per rendere le frappe davvero speciali: subito prima di servirle, provate a spruzzarle col succo di un limone.


QUI il video della ricetta

Le frappe di Carnevale

200 grammi di farina
2 uova
1 pizzico di vanillina
1 cucchiaio di anice

olio di semi di girasole, per friggere
zucchero a velo, per finire

Impastare la farina con le uova, la vanillina e l'anice, lavorando energicamente per 10 minuti almeno.
Lasciar riposare l'impasto per un quarto d'ora, poi stenderlo col mattarello (o la Nonna Papera) fino ad ottenere una sfoglia sottilissima, deve vedersi il tagliere in trasparenza.
Tagliare le frappe con una rotella dentata e friggerle nell'olio bollente, rigirandole fino ad una perfetta doratura da entrambi i lati.
Scolarle su carta assorbente e, infine, spolverarle generosamente di zucchero a velo.

Servirle ancora calde spruzzandole con succo di limone, per un tocco davvero speciale.

Condividi