La torta degli angeli


Era da un po' che non mi si vedeva in giro, lo so. Ma chi è solito passare da queste pagine lo sa che io non posto una ricetta al giorno, che non sono assalita dal timore di perdere lettori se non aggiorno costantemente il blog, che per me questo non è un lavoro ma un passatempo.
Stavolta però mi rendo conto di aver fatto passare davvero tanto tempo. Il risultato è che qualcuno ha sguinzagliato i cani addestrati alla ricerca delle persone scomparse sperando di trovare una traccia del mio passaggio su questi sentieri.

Questa ricettina è proprio dedicata a tutti coloro che mi hanno contattata in privato o su facebook chiedendomi di tornare a scrivere. Devo dirvi che sono rimasta stupita, non credevo davvero si sentisse la mia mancanza!

Intanto vi lascio la ricetta di questa deliziosa tortina, semplice ma molto buona ed estremamente scioglievole. L'ho trovata su un volume della collana "La pasticceria" uscita in edicola qualche anno fà insieme a Repubblica e l'ho provata perchè mi è piaciuto tanto il nome.



La torta degli angeli
dal volume "Torte" della collana "La pasticceria" con le mie modifiche

250 grammi di farina 00
200 grammi di zucchero
200 grammi di burro (io ne ho usati180 grammi)
50 grammi di mandorle spellate e macinate finemente
5 tuorli (io ne ho usati 4)
2 uova intere
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
1 pizzico di semi di anice pestati (io non li ho messi e li ho sostituiti con mezza bacca di vaniglia)

Imburrare e infarinare uno stampo di 20 cm di diametro.
Accendere il forno a 180°.
Fondere il burro a fuoco e lasciarlo intiepidire.
Sbattere a lungo le uova, i tuorli e lo zucchero, fino ad ottenere una massa gonfia, chiara e spumosa.
Unire i semi di anice (se si usano) e versare a filo il burro senza smettere di battere con le fruste fino a quando sarà ben amalgamato.
Aggiungere le mandorle macinate ed, infine, incorporare a mano, con una spatola, la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale.
Versare nello stampo e infornare per circa 40 minuti (come sempre, controllare dopo 30 minuti perchè ogni forno è una storia a sé).
Spolverare con abbondante zucchero a velo e servire con una buona tazza di té.








Condividi