Piccoli soufflè alle noci

L’autunno è la mia stagione preferita, oramai è risaputo.
Amo le sue luci, l’esplosione dei suoi colori: il giallo, l’arancio, il marrone, l’oro. Tonalità e sfumature armoniche, consistenti, pure.
Adoro i filari carichi di uva, così profumati e affascinanti. E mi commuovo davanti all'intensità di albe e tramonti, in questa stagione.
Mi piace passeggiare in collina, d’autunno, e rimango ogni volta rapita dalla natura, da ciò che è capace di inventare. A volte penso di tornare in un luogo con un cavalletto e i miei colori ma poi realizzo che non riuscirei mai a trasferire sulla tela quella magia e quella forza. E allora mi limito ad assaporare con gli occhi. E a pensare che ci sono cose per cui vale la pena vivere.
La vita, in fondo, è entusiasmante nelle sue piccole cose, nelle sue sorprese continue, nel suo essere una scatola magica da dove esce di tutto ed anche le cose più comuni non sono uguali a ieri e non saranno uguali a domani. E’ un continuo evolversi, è l’incertezza di non conoscere gli eventi, è respirare le giornate in modo presente e continuo. Questa è la vera magia di vivere.


Anche a tavola i mesi autunnali riservano i sapori e i colori più intensi. Dalle zucche alle castagne, alle mele cotogne alle nocciole, alle noci.
Mi piace pensare che la natura abbia pensato proprio a tutto quando si è disegnata. Anche a fornire agli uomini i suoi prodotti più energetici e più duraturi in questa stagione, perchè potessero farne generose scorte cui dare fondo nei lunghi e freddi mesi d'inverno. Proprio come gli scoiattoli.



Piccoli soufflé alle noci

150 grammi di gherigli di noce
100 grammi di zucchero
2 uova
Mezza bacca di vaniglia
1 pizzico di sale

200 grammi di panna fresca
Cannella

Accendere il forno a 160 gradi.
Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve ben ferma.
Mettere nel mixer le noci insieme allo zucchero e farne una polvere fine.
Aggiungere i tuorli d'uovo e i semi di vaniglia e frullare per un paio di minuti.
Trasferire il composto in una ciotola e incorporare gli albumi con una spatola, facendo attenzione a non smontarli.
Mettere dodici pirottini di carta in una teglia da muffin e riempirli con due cucchiaiate di composto.
Infornare per 25 minuti.
Nel frattempo semimontare la panna (lasciarla cioè abbastanza morbida).
A fine cottura rovesciare la teglia su un piano di lavoro protetto da carta da cucina e, uno per uno, svestire i soufflé dal pirottino.
Servire caldi, accompagnandoli con una cucchiaiata abbondante di panna semimontata leggermente spolverata di cannella.

----------------------------------------------------------------------------

Appunti

Questi piccoli dolci, in forno si gonfieranno, ma non appena sfornati si siederanno. E' normale.

L'interno rimarrà abbastanza umido, è normale anche questo.

I pirottini da muffin dovranno essere riempiti fino a metà, non di più: i dolcetti dovranno essere piccoli perchè sono sostanziosi, inoltre in questo modo l'umidità dell'interno non sarà eccessiva.
Non è preoccupante il fatto che i pirottini non si riempiano completamente durante la cottura, in ogni caso verranno rimossi prima del servizio. La loro utilità è solo quella di riuscire a sformare facilmente i soufflée.

Serviti caldi sono davvero deliziosi ma, nel caso ne avanzassero, sono ottimi anche freddi.

Condividi