Torta di pesche

Non amo particolarmente l’estate. Il caldo, l’umidità, le zanzare. Non mi attrae nemmeno il mare. D’estate.
Io mi definirei più una.. ragazza autunnale, colorata di arancio e marrone e profumata di uva e castagne. Adoro le fresche serate settembrine, quando è piacevole mettersi una maglia a maniche lunghe e prepararsi una tisana dopo cena.

C’è una cosa, però, che riconosco come grande pregio alla stagione estiva: l’abbondanza di frutta profumata, colorata, dolce, succosa.
Ciliegie, pesche, albicocche, susine, sono regali preziosi che la natura ha creato probabilmente per rendere sopportabili le giornate di afa.
Io ho la fortuna di vivere in campagna e di essere circondata di alberi da frutto, così, se ho voglia di una pesca, faccio venti passi e la vado a staccare dall’albero.
Consiglio, a chi non l’ha mai provato, di raccogliere una pesca alle 7 di sera, quando ha ricevuto tutto il sole della giornata, di sedersi per terra e mangiarla subito, almeno una volta nella vita.


      Torta di pesche
  • 150 grammi di farina
  • 100 grammi di burro morbido
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 3 uova
  • 3 cucchiaini rasi di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 3 pesche
  • Succo di mezzo limone
  • Zucchero di canna qb

  1. Sbucciare le pesche e tagliarle a pezzi piuttosto grossi (io da ogni pesca ho ricavato 12 spicchi e ho diviso ogni spicchio in 3 parti), metterle in una ciotola e irrorarle con succo di limone.
  2. Lavorare il burro con lo zucchero semolato e il sale, aggiungere, una ad una, le uova e, infine, la farina setacciata col lievito.
  3. Incorporare con delicatezza le pesche, aiutandosi con una spatola o un cucchiaio di legno.
  4. Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata, cospargere la superficie con zucchero di canna e infornare a 180 gradi per 30-35 minuti (verificare la cottura con lo stecchino, tenendo presente che le pesche mantengono l’interno umido, ed è normale).
  5. Se dopo 20-25 minuti la superficie tendesse ad in scurirsi troppo, coprirla con un foglio di carta stagnola.
  6. Sfornare, lasciar riposare per 10 minuti e poi togliere la torta dalla tortiera.
  7. Far raffreddare su una gratella.

    Io ho utilizzato il simpatico stampo “Fettexfette” di Guardini


-----------------------------------------------------------------

Appunti

Questo dolce nasce come torta di mele, ma a mio avviso ha trovato la sua identità migliore proprio con le pesche. Credo, a questo punto, non disdegnerebbe nemmeno delle belle albicocche mature. Ma forse anche delle prugne aromatiche ci starebbero benone. E chissà che non si trovino a loro agio anche delle succose pere, quando sarà il momento. Insomma, penso proprio che questa base accolga a braccia aperte qualsiasi tipo di frutta.

Lo zucchero di canna sulla superficie, crea una crosticina interessante, ma non è necessario comprarlo appositamente se non se ne ha in casa! Va benissimo dello zucchero semolato. O anche niente. La classica spolverata di zucchero a velo finale sarà sufficiente a farne una torta invitante per gli occhi.

Avendo, in questa occasione, utilizzato uno stampo per monoporzioni, posso dire che diventa interessante anche l'idea di trasformare questa torta in muffin. Naturalmente, più piccoli saranno i contenitori, più diminuirà il tempo di cottura. Quello che ho indicato è riferito ad una torta cotta in una teglia da 24 cm.

21 Commenti:

Mary ha detto...

belle queste mono porzioni!

°Glo83° ha detto...

anch'io adoro la frutta del periodo! questa torta di pesche deve essere deliziosissima!!! ;)

Mascia ha detto...

com'è bella questa torta, sembra così soffice ...

Donatella ha detto...

Bellissime, sia le fettexfette sia il piatto. Dev'essere ottima questa torta, poi con le pesche appena colte... che te lo dico a fare... baci

Anonimo ha detto...

Mmmmm deliziosa e anche lo stampo mi piace molto :D ......misà che lo voglio :D
Baci cara :*

Manu/paprika

Love at first bite! ha detto...

che delizia cara! da oggi ti seguo xke il tuo blog e stupendo! se ti va passa a trovare anche me! baci

Lucia ha detto...

Leggendo il tuo bel post mi è scappato un sorriso perché qualche minuto fa ho mangiato sì una pesca (come orario ci siamo) ma presa dal frigorifero, altro che albero! Magari! Da ragazzina ho mangiato diversi frutti colti direttamente dai rami e devo dire che hai proprio ragione: è un'esperienza fantastica, indimenticabile :-) Bella come questa torta, di cui immagino il profumo (e mi basta questo per acquolinare in modo pazzesco, ahahahah). Baci!

matematicaecucina ha detto...

Ho preso la ricetta perchè voglio farla anch'io, ha un aspetto ottimo. Ciao, Laura

Kiara ha detto...

Scopro con enorme piacere il tuo splendido blog solo adesso...ma, come si suol dire, meglio tardi che mai! Ti metto subito nella mia blogrolls per tenerti d'occhio! Questa torta di pesche, in monoporzioni, è fantastica! Da provare sicuramente! Un bacione e complimenti ancora di cuore, sei bravissima!

carla ha detto...

Stavo cercando una ricetta di dolce con le pesche e sono arrivata qui ma, oltre alla ricetta, che devo dire, mi sembra ottima e da provare, mi hanno colpito le prime righe che ho letto entrando nel blog, riguardo l'estate. anch'io come te preferisco l'autunno e mi è venuto da sorridere, sembrava tu stessi scrivendo quello che io stavo pensando in quel momento!!! complimenti per il blog , per le ricette e per quello che scrivi. carla

Valentina ha detto...

hai ragione su tutto il fronte....ho dei ricordi magnifici di frutta assaporata dopo una giornata di sole direttamente ai piedi dell'albero!

Marina ha detto...

Grazie alle vecchie e alle nuove amiche, sono felice che questa semplice tortina vi sia piaciuta.

Ilaria ha detto...

Ciao, ho scoperto proprio questa mattina il tuo bellissimo blog rimbalzando di commento in commento. Ti seguirò sicuramente... mi sono subito iscritta tra i tuoi followers infatti...
Questa torta ha un aspetto delizioso. Mi piace poi l'idea delle monoporzioni... sarà perché preferisco rosicchiare i bordi delle torte di solito? :-)
Se ti va passa a farci un saluto.
Buona giornata.

pips ha detto...

neanch'io amo particolarmente l'estate, però la frutta che offre, sì!!! e niente di meglio di una torta così per approfittarne ;)

Alessandra ha detto...

Capito per caso dalle tue parti. Molto buona questa tortina, ne faccio una simile pure io.
Mi piacciono molto le tue ricette, e ti seguo volentieri. Passami a trovare se ti va. Ciao e a presto Alessandra.

Maria ha detto...

Ma è una meraviglia di ricette questo blog, sono una più invitante dell'altra.. ! come non aggiungerlo tra quelli che seguo? Complimentoni! (..se ti va fai visita al mio blog magari c'è qualcosa che ti interessa)un bacio
Maria

matematicaecucina ha detto...

Ho anch'io lo stesso problema con mia figlia, 23 anni, ed è per questo motivo che sperimento ricette con le verdure in modo che siano più appetibili. Ma in fondo piace anche a me cambiare. Buon ferragosto, Laura

Simona ha detto...

ciao ti faccio i complimenti per tutte le tue bellissime ricette presentate con cura ed eleganza...ti seguo molto volentieri la tua nuova amica simmy

Patrizia ha detto...

Ciao Marina,anch'io come te non amo particolarmente l'estate (anche se sono nata in agosto), ho sempre pensato che l'autunno sia la stagione migliore e solo quando finalmente respiro aria fredda mi sento veramente bene!!! Ho provato questa tua ricetta e devo dire che è eccezionale....Complimenti!

Il pollaio di Pat ha detto...

sono arrivata a questo blog per caso, perchè cercavo una ricetta di torta alle pesche e mi sono innamorata del blog, delle tue passione, del tuo modo di raccontare e di fotografare le tue ricette....
Si vede che è PASSIONE PURA.....si sente la tradizione alle spalle ed io che provengo da una regione diversa, con sempre poco tempo per cucinare,e con il rimpianto di non poterlo fare a dovere, ma con tradizioni inossidabili come fare gli agnolotti (sono piemontese di origine) per Natale,mi ritrovo nello spirito di questo blog, nel tuo affondare nei ricordi del passato......e nel tuo semplice descrivere ricette anche complicate.
Complimenti e continua così....sei una bella persona

Caty ha detto...

stavo cercando una torta alle pesche da fare in un questo periodo così caldo.. e sono arrivata al tuo blog :)
questa ricetta penso proprio che la proverò in questi giorni!

ti faccio i complimenti per il blog! :) è ben fatto e curato, ed il ricettario in pdf è bellissimo!

ciao :)

http://caty86.blogspot.it/

Posta un commento