Elogio della semplicità - La torta allo yogurt

La scena è questa: lei in cucina alle prese con dolci dalle architetture complesse, strati di mousse, bavaresi, daquoise, equilibri di consistenze che spaziano dal cremoso al croccante per armonizzarsi sul cucchiaio e in bocca, decorazioni lucide, traslucide, glitter, ingredienti improbabili, bocchette introvabili… e alla fine di un pomeriggio di fatica, con un lavandino stracolmo di ogni possibile attrezzo da pasticceria da lavare arriva lui e lei, sfinita ma fiera e soddisfatta gli mostra il suo capolavoro.
Risposta di lui: “ma… non si potrebbe avere un dolce normale? ...hai presente quelli che tagli una fetta col coltello e la tieni in mano? dai quelli asciutti che hai bisogno di bere tra un morso e l’altro o li inzuppi nel latte” …
Ora… la prima cosa che a lei, a quel punto, viene in mente è snocciolare l’inventario di tutte le parolacce che ha imparato nella sua vita. Ma l’educazione che ha ricevuto non glielo consente. La seconda possibilità è che tutto il lavoro di daquoise, gelée, mousse e glitter finisca sulla graziosa testolina di lui. Ma nemmeno quello le sembra il finale migliore, troppa fatica sprecata.
L’unica possibilità a quel punto, è prendere in mano il prezioso ricettario di famiglia, quello con le ricette semplici che faceva la sua adorata nonna e, utilizzando quei pochi utensili che sono rimasti puliti, rimettersi all’opera.
E dopo poco più di un’oretta, tra preparazione e cottura, ecco il dolce che soddisfa il palato dell'amato bene e raccoglie finalmente il suo elogio.

Gli uomini sono così semplici.



(Che poi non gliel’ho detto, ma sono d’accordo con lui ;) …)


La torta allo yogurt

1 vasetto di yogurt bianco *
2 misurini di zucchero *
3 misurini di farina *
3 uova
1/2 misurino di olio di semi *
3 cucchiaini rasi di lievito

* 1 misurino = il vasettodello yogurt

Montare le uova con lo zucchero. Aggiungervi l'olio a filo, lo yogurt e infine la farina setacciata col lievito.
Cuocere a 180 gradi per 30 - 35 minuti.

Sfornare e guarnire con zucchero a velo.

7 Commenti:

stefania ha detto...

Una torta deliziosa !

Zimmo ha detto...

Di ma stai per caso parlando di me?!? ;)

terry ha detto...

Che forte! eh sì stesse cose da me... intanto per lui non son mai abbastanza dolci... e poi w le torte, come le chiama lui..."soffegone"... in veneziano... quelle che devi bere appunto per mandarle giù! :)
la tua torta allo yogurt riscuoterebbe successo anche qui! :) la segno!

memmea ha detto...

Che bello il tuo blog, molto raffinato.......ho chiamato una torta con il nome del tuo blog e graziella66 di coqui me lo ha fatto notare. E' soltanto una coincidenza ma sono felice di essere entrata nel tuo meraviglioso mondo. Ti seguirò e sarai fra i miei preferiti.

Marina ha detto...

Memmea grazie per i complimenti e complimenti per il bel nome della tua torta! :)
(Che tra l'altro è molto bella e dev'essere strabuona).
Ci vediamo, qui o su coqui ;)

*_Priscilla_* ha detto...

uhmmm perchè abito così distante?!!

Lilyh Gibsonc ha detto...

http://www.kobeshoes.uk
lacoste outlet
jordan 11 retro
moncler jacket
kobe shoes
authentic jordans
michael kors factory outlet
vibram five fingers
jordan 12
nike air force 1

Posta un commento

Condividi