Trasparenze


Ho la fortuna di vivere a pochi chilometri da Forlimpopoli, città natale di Pellegrino Artusi, illustre letterato, scrittore, gastronomo e autore del "testo sacro" La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.
Nel cuore di Forlimpopoli, e nel suo ricordo, sono nati un ristorante raffinato ma nel contempo profondamente legato alla tradizione artusiana ed una prestigiosa scuola di cucina: Casa Artusi.
E’ in quella suggestiva cornice che, sabato scorso, ho partecipato all'illuminante corso di pasticceria “Trasparenze” dello chef Alessandro Bertuzzi, del quale ho immensamente apprezzato la professionalità, l’estro, la simpatia e la disponibilità.
Mi sono state aperte le porte del mondo della pasticceria, fatto di regole precise e movimenti attenti e curati, di colori e di profumi, di texture e di consistenze.
La felicità, a volte, è un corso di pasticceria!

Le realizzazioni del corso:



Dolcissima vita a Federica, nata stamattina alle 6 e 35!

Crostata di ricotta e fichi

Nella mia terra, la Romagna, l'abbinamento tra la ricotta e i fichi caramellati affonda le radici nella tradizione contadina.
Questi due prodotti, generosamente spalmati su una piadina, rappresentavano il dolce per terminare i pranzi importanti o per caricarsi di energia per affrontare le dure giornate nei campi.
Sia la ricotta, sia i fichi, si producevano, infatti, in ogni famiglia, grazie alla presenza delle mucche nelle stalle e degli alberi di fichi nel cortile di ogni casa.

Ogni fine estate, l'odore meraviglioso e dolcissimo dei fichi che caramellano, pervade la casa di mia mamma, e gli scaffali della cantina pieni di vasetti di queste delizie sono una gioia che ci accompagna lungo tutto l'inverno.

Questa crostata non l'ho preparata, come di consueto, con i fichi caramellati, ma con una confettura di fichi che dovevo assolutamente smaltire dato che è in arrivo la nuova annuale produzione!



Crostata di ricotta e fichi

Per la pasta frolla:
200 grammi di farina
100 grammi di zucchero
100 grammi di burro
1 uovo
Qualche goccia di essenza di vaniglia

Per il ripieno:
300 grammi di ricotta di mucca di alta qualità
Confettura di fichi (o fichi caramellati)

Preparare una frolla impastando velocemente tutti gli ingredienti con le mani.
Far riposare l'impasto in frigorifero per 15-20 minuti.

Lavorare la ricotta con una spatola o una forchetta per ammorbidirla.

Rivestire uno stampo da crostata con la pasta frolla, stendere la ricotta in maniera uniforme e poi spalmare un generoso strato di marmellata di fichi (nel caso si usassero i fichi caramellati, posizionarli sulla ricotta dopo averli schiacciati con una forchetta su un piatto).

Infornare a 180 gradi per 35 minuti circa.

Lasciar raffreddare la crostata prima di toglierla dallo stampo.

Condividi